domenica 30 maggio 2010

A un furbo, un furbo e mezzo!

Non ricordo la prima volta che ho sentito questa frase e chi me l'ha detta, ma é di una saggezza estrema.
A volte non basta l'intelligenza, a volte non basta neanche il cuore...
Per affrontare certe situazioni ci vuole furbizia.
La furbizia (usata a fin di bene) é un talento come altri. Mi sembra che anche Yehosua inviti ad essere astuti.

A volte le persone che ci stanno di fronte non capiscono altro linguaggio se non quello della competizione, dell'imposizione, della forza, della prevaricazione. E' difficile difendersi senza offendere.
Una possibilità ci é data proprio dall'astuzia figlia della saggezza:
Chi può vincere un furbo?
Un furbo e mezzo!
cta

Nessun commento:

Posta un commento

Qual è il tuo pensiero su questo argomento? Mi piacerebbe conoscerlo...

libri, libri, libri... e altro