lunedì 19 maggio 2008

il risentito

Se il nostro amato ci fa soffrire, cantiamogli questa canzone! E' di Gian Giacomo Gastoldi, vissuto tra il 1556 e il 1622.

IL RISENTITO - a 3 voci miste - Complesso Vocale Boanerges

"Che pensi tu di far fuggendomi, Mancatrice di fè?
Già più non t'amo, non curo, non prezzo, ma t'odio e disprezzo.
Fuggi pur ognor, non mi dai dolor, chè sciolto sono dai lacci d'amor.

Indarno incontra a me t'adopri tu, ch'io non ti stimo più.
Per te non tremo, non gelo, non ardo ad un tuo sol sguardo.
Fa' pur la crudel, dammi pur martel, d'amor non temo più face o quadrel."

E' in italiano antico ma si capisce quel che basta...
Ascolta IL RISENTITO! (e magari canta con noi!).

cta

4 commenti:

  1. sei daccordo per uno scambio di link?

    RispondiElimina
  2. interessante il tuo blog, ti andrebbe uno scambio di link?

    (magari visita il mio blog)

    RispondiElimina
  3. ops, scusa, credo di aver postato più di un commento, non mi ero accorto che dovevi accettarli e non vedendoli continuavo a ripostare, scusa ancora ho fatto confusione.

    RispondiElimina
  4. Ne sono onorata!
    Ti linko nel post dedicato o in home, tra gli amici?
    E linko Mad World o Smallville? Ho dato un'occhiata a entrambi (a proposito: complimenti!) e verrò a leggerti con calma.
    Ciao. A presto. ilaron

    Scusami se non ti ho risposto prima: ero al lavoro.

    RispondiElimina

Qual è il tuo pensiero su questo argomento? Mi piacerebbe conoscerlo...

libri, libri, libri... e altro