sabato 18 dicembre 2010

Un gatto nevaiolo...

Panther è nato in aprile di quest'anno.
Oggi, quindi, vede la neve per la prima volta in vita sua.

All'inizio è un po' guardingo: la annusa, la tocca, sente che è fredda, la scrolla dalle zampe, se ne riempie il mantello e la folta coda.
Ma poi, dopo aver accertato che il nuovo elemento è inerte e inoffensivo, si lancia come un pazzo lungo tutto il poggiolo.
Ha capito che il misterioso giocattolo ha delle proprietà inusuali:
permette di slittare, e ne approfitta subito per scivolare a piacimento;
si scioglie sotto di lui, e infatti, alla fine non c'è un solo centimetro quadrato di neve che sia rimasto intonso...
La sua felicità è contagiosa e, assieme a lui, torno bambina anch'io: prendo manate di polvere magica e gliela tiro addosso. Lui scappa, ritorna, mi sfida, fa il ganzo...

Lui, e non è la prima volta, mi fa pensare alla Pura Gioia di Esistere, ancor più: di Essere.

"Ora torniamo dentro a scaldarci" - gli dico.
Ma entrambi, SCOMMETTO, siamo già caldi di Vita.

cta

Nessun commento:

Posta un commento

Qual è il tuo pensiero su questo argomento? Mi piacerebbe conoscerlo...

libri, libri, libri... e altro