venerdì 10 aprile 2009

il Dolore Santo

Cristo, Croce, Crocifisso, doloreIn questo giorno che per eccellenza celebra il Dolore, il mio pensiero va a tutte le Creature sofferenti; penso innanzi tutto ai terremotati dell'Abruzzo, ma anche a chi soffre nella carne, nella psiche, nell'Anima, di dolori più o meno visibili ma comunque devastanti: il tradimento, l'abbandono, il non senso, la fine imminente...

Quando non puoi muoverti nè a destra nè a sinistra, quando non vedi via d'uscita nè avanti nè indietro, quando non trovi risposte nè in alto nè in basso... quando insomma non puoi scappare da nessuna parte, allora probabilmente sei in quella situazione che si chiama Croce.

In croce si sta molto scomodi... e più ti agiti, più i chiodi fanno male.

E allora, che si fa?

Si bestemmia, si prega...
Si può solo aspettare.
Qualcosa accadrà.

cta

5 commenti:

  1. La Croce. Porta Dio nel mio dolore personale ed unico, irripetibile. Il mio dolore porta me sullo stesso piano di tutti gli altri esseri umani. Siamo tutti uguali di fronte al dolore, di fronte alla malattia senza uscita, di fronte alla morte. Indifesi, fragili, vulnerabili, incredibilmente umani. La croce rende ogni individuo parte del Tutto.
    Nessuno verrà abbandonato, anche se a volte può sembrare. Non tutto quello che si vede è la realtà. Il dolore ne è solo un aspetto, parziale. Trovami un sistema migliore per fare ciò che il dolore fa.

    RispondiElimina
  2. Concordo perfettamente con Eleonora.

    RispondiElimina
  3. @ Eleonora,
    NESSUNO VERRA' ABBANDONATO: sembrano le parole di Berlusconi... in realtà è la promessa di Dio.
    Hai centrato in pieno il bersaglio: ciò che fa il dolore in noi e nella nostra vita nessun altro sistema lo può fare. Infatti, se Dio lo permette, deve pur avere un significato e una azione importante. Però... duole molto... fa male forte.

    @ Mr.Loto,
    grazie della tua visita e del tuo commento!

    RispondiElimina
  4. Grazie anche a te :-)

    RispondiElimina
  5. Anonimo20:20

    é l'amore per la vita in ogni sua forma che ci fà superare il dolore più grande.Claudia L.

    RispondiElimina

Qual è il tuo pensiero su questo argomento? Mi piacerebbe conoscerlo...

libri, libri, libri... e altro